Freaks Out

Quattro straccioni hanno poteri eccezionali con cui combatteranno i nazisti. Uno di loro ha un grosso potere. Molto grosso.

Madres paralelas

Penelope Cruz è bellissima. Ho pensato a questo tutto il film. Poi c'è uno scambio di bambini in culla, i ritmi di Almodovar e una spruzzata di antifranchismo. Giusto a corollario.

La scuola cattolica

Anni Settanta, figli di ricchi romani pensano a menare le mani invece di godersi i propri soldi. E alcuni di loro esagerano pure. Invece di godersi la loro educazione cattolica.

Tre piani

Tre famiglie dai movimenti meccanici e dai dialoghi imbarazzanti vivono nel solito palazzo romano da diecimila euro al metro quadro condividendo lo stesso problema: la mancanza di una struttura narrativa.

Qui rido io

Edoardo Scarpetta fa soldi col teatro e nel tetro fa figli. Tanti. Ma decide di parodiare un certo Rapagnetta e, beh, qui non ha proprio più nulla da ridere.

Welcome Venice

Notizia straordinaria: a Venezia vivono ancora i veneziani! E fanno i pescatori! E hanno una casa di proprietà! E qui sono cazzi...perché i turisti passano ma i gransi restano.

Mondocane

Due bambini vestiti da Uba Uba vogliono fare i cattivi in una Taranto post apocalittica. Cioè tra cinque anni. P.s. Uba Uba era un negozio di vestiti scadenti nella Brescia degli anni '90.

Il cattivo poeta

Il mio compagno di classe Paolo Bonetti viene mandato al Vittoriale per controllare Gabriele D'Annunzio. Ne verrà fuori una fiction così scadente da far rimpiangere la presenza di Beppe Fiorello.

Blog su WordPress.com.

Su ↑